Cosenostreacasanostra

Il Blog di Nicoletta Forcheri "Giornalismo è diffondere ciò che qualcuno non vuole che si sappia. Il resto è propaganda"
Horacio Verbitzky

domenica 11 gennaio 2009

RISOLUZIONE ONU: i motivi del no



Hamas e Israele - con motivazioni opposte - respingono la Risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU.

Il testo
La risoluzione 1860 emessa dal Consiglio di Sicurezza dell'ONU che chiede, tra l'altro, "un immediato cessate il fuoco, duraturo e pienamente rispettato, che porti al ritiro delle forze israeliane da Gaza" e promossa dalla Gran Bretagna, ha ottenuto 15 voti a favore, mentre gli Usa si sono astenuti. Il portavoce di Hamas, Sami Abu Zuhri, ha dichiarato che la risoluzione è "troppo sbilanciata verso Israele e contro i Palestinesi" (**) e "non incontra le condizioni di Hamas: porre fine immediatamente alle aggressioni israeliane, sollevare l'assedio e chiedere il ritiro israeliano da Gaza". E ha sottolineato come il movimento islamico "non ha rappresentanza all'Onu", diversamente dall'ANP di Ramallah, guidata da Fatah, partito che, tra l'altro, ha perso le elezioni legislative del gennaio 2006.

Il governo israeliano, per bocca del suo premier uscente, Ehud Olmert, ha rigettato la risoluzione in quanto: "Lo stato di Israele non ha mai accettato che un'entità esterna possa determinare il suo diritto a difendere la sicurezza dei cittadini". E ha fatto sapere che l'esercito proseguirà le operazioni. Qui di seguito (in inglese) il testo della Risoluzione ONU pubblicata da Infopal.it

TEXT OF RESOLUTION 18601. The Security Council stresses the urgency of and calls for an immediate, durable and fully respected ceasefire, leading to the full withdrawal of Israeli forces from Gaza.
2. The Security Council calls for the unimpeded provision and distribution throughout Gaza of humanitarian assistance, including of food, fuel and medical treatment.
3. The Security Council welcomes the initiatives aimed at creating and opening humanitarian corridors and other mechanisms for the sustained delivery of humanitarian aid.
4. The Security Council calls on member states to support international efforts to alleviate the humanitarian and economic situation in Gaza, including through urgently needed additional contributions to UNWRA and through the Ad Hoc Liaison Committee.
5. The Security Council condemns all violence and hostilities directed against civilians and all acts of terrorist.
6. The Security Council calls upon member states to intensify efforts to provide arrangements and guarantees in Gaza in order to sustain a durable ceasefire and calm, including to prevent illicit trafficking in arms and ammunition and to ensure the sustained reopening of crossing points on the basis of the 2005 Agreement on Movement and Access between the Palestinian Authority; and in this regard, welcomes the Egyptian initative, and other regional and international efforts that are underway.
7. The Security Council encourages tangible steps towards intra-Palestinian reconciliation including in support of mediation efforts of Egypt and the League of Arab States as expressed in the 26 November 2008 resolution, and consistent with Security Council Resolution 1850 (2008) and other relevant resolutions.
(**) 8. The Security Council calls for renewed and urgent efforts by the parties and the international community to achieve a comprehensive peace based on the vision of a region where two democratic states, Israel and Palestine, live side by side in peace with secure and recognized borders, as envisaged in Security Council Resolution 1850 (2008), and recalls also the important of the Arab Peace Initiative.
(**) 9. The Security Council welcomes the Quartet’s consideration, in consultation with the parties, of an international meeting in Moscow in 2009
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.