Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

mercoledì 20 maggio 2009

CHICCA STAMPA: truffati truffano truffatori e fruttano 800000 euro

[fonte: http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?chkAgenzie=TMFI&id=200905191325106320 ]
Unicredit truffata, 15 persone arrestate per mutui gonfiati

La squadra mobile di Milano ha arrestato 15 persone, tra cui un affiliato ad una cosca di 'ndrangheta, accusate di avere truffato alcune filiali di Unicredit ottenendo mutui casa per un importo molto più alto del prezzo versato. Lo ha detto oggi la polizia.

Per il reato di associazione a delinquere dedita alla truffa a istituti credito e società finanziarie sono finiti in carcere otto persone tra cui Giuseppe Pangallo, a cui si attribuisce l'affiliazione alla cosca Barbaro-Papalia della 'ndrangheta. Ai domiciliari sono finite altre sette persone, tra cui il perito di una banca, mentre risulta indagato un funzionario di Unicredit.

La truffa, nella ricostruzione della polizia, si articolava in questo modo: la banda trovava immobili di scarso valore nella zona di Lecco e con la complicità di almeno un perito otteneva da filiali di Unicredit mutui per l'acquisto ad un valore molto superiore al prezzo pagato.

I mutui erano intestati a "teste di legno" che risultavano dipendenti di aziende facenti capo all'associazione. Dopo alcuni mesi queste persone venivano licenziate, perdendo ufficialmente la loro fonte di reddito, in modo che al mutuo subentrasse l'assicurazione.

La polizia ha detto di essere intervenuta non appena ha scoperto il meccanismo, quando l'illecito profitto accumulato dalla banda era di circa 800.000 euro. L'indagine continua per accertare legami tra Pangallo ed esponenti politici di Buccinasco, un comune a sudovest di Milano.

Alcuni giorni fa le autorità avevano lanciato un allarme sul rischio di infiltrazioni della 'ndrangheta negli appalti le infrastrutture dell'Expo 2015, che dovrebbero rilanciare l'immagine internazionale di Milano.

Arianna Ferrari

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.