Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

martedì 30 giugno 2009

Bernard Henry Lévy alle crociate

[fonte:http://www.alessandracolla.net/ ] di Alessandro Colla e www.ariannaeditrice.it

levy080303_560Adesso sì che siamo tranquilli. Bernard-Henri Lévy ha definito “fascista” senza mezzi termini il presidente iraniano Ahmadinejad, il suo governo e la sua politica.
Non ci voleva altro per legittimare urbi et orbi, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, l’ennesima crociata dell’Occidente contro il nuovo nemico principale — che dico? principalissimo, anzi unico e solo.
Fa venire i brividi pensare all’immenso potere che può essere scatenato da una paroletta — altro che flatus vocis, povero Roscellino.
E più ancora fa rabbrividire pensare che basta agitare uno straccio (nero, in questo caso) davanti al naso di tanti torpidi buoi per trasformarli in tori scalpitanti.
Auguri, presidente.

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.