Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

giovedì 2 luglio 2009

Un amaro aperitivo: errata corrige. NF

La Branca non ha legami con la fondazione Bussolera Branca, sponsorizzatrice degli OGM

lefracceIn seguito al mio articolo pubblicato su Stampa Libera, e altri siti, il 15 giugno scorso, dal titolo “Un amaro aperitivo” mi preme di sottolineare che ho erroneamente confuso la fondazione Bussolera Branca, la quale finanzia assieme alla fondazione Rockfeller gli OGM, e la parzialmente omonima ditta di aperitivi e digestivi dei fratelli Branca. La confusione è nata dal presupposto, erroneo, che la villa Le Fracce di proprietà della fondazione, fosse una vitivinicola “no profit” - bizzarro in sé - appartenente ai Branca.

Il nome “Branca” nella fondazione Bussolera Branca è dovuto alla quota della contessa Branca, sposa dell’avvocato Bussolera, nella ditta di famiglia che alla sua morte andò ad arricchirre il già ingente patrimonio dell’avvocato. Secondo le volontà testamentarie dell’avvocato Bussolera, tale ricchissimo patrimonio doveva essere destinato, dopo la sua morte, alla ricerca e al miglioramento dell’agricoltura dell’oltrepo pavese, regione dove si trova la villa vitivinicola Le Fracce. Non so quale sia il collegamento tra agricoltura dell’oltrepo pavese e l’opera di diffusione degli OGM nel mondo, fatto sta che se l’avvocato vedesse in che cosa sono investiti i suoi soldi, di sicuro si rivolterebbe nella tomba, sapendo e vedendo da lassù quali sono le vere finalità dei semi geneticamente modificati, non certo sfamare il mondo.

L’addetta stampa della ditta distillerie Branca, così spiega nella sua lettera a me indirizzata:

“(…) con la presente precisiamo che la fondazione Bussolera non è in alcun modo collegata alla Fratelli Branca Distillerie SrL.
Ci teniamo a segnalarLe come la Fratelli Branca Distillerie realizzi i propri prodotti secondo le ricette tradizionali custodite dalla famiglie che prevedono l’utilizzo di materie prime assolutamente naturali.
La vorremmo inoltre invitare a visitare la Collezione Branca, che sicuramente arricchirà il Suo bagaglio di conoscenza dell’azienda.
Confidiamo in una pronta rettifica delle notizie fornite nell’articolo e nella correttezza delle informazioni che Ella fornisce al pubblico. Un aggiornamento, ancorché sintetico, lo potrà trovare sul sito della nostra holding (www.brancainternational.com).
Per noi è importante ottenere una modifica degli articoli disponibili sul web, volta a eliminare dai testi qualsiasi riferimento ai prodotti della nostra società.

Con i migliori saluti.
Fratelli Branca Distillerie Srl
Ufficio Stampa
www.branca.it”

Ho quindi tolto una frase di riferimento alla Branca e soprattutto i bellissimi poster storici della ditta, sollevata che una ditta di antiche tradizioni come la Branca rispetti ancora tali tradizioni e non finanzi gli OGM.

Chiedo pertanto a tutti coloro che hanno pubblicato il mio articolo nei loro rispettivi blog di sostituire le bellissime foto della Branca con la foto della villa Le Fracce sopra, manentendo d’altra parte i logo EuropaBio e ISAAA.

Ringraziando,

Nicoletta Forcheri

PS questo genere di confusioni non succederebbe se il mondo della finanza desse informazioni trasparenti e se non costringesse i ricercatori a passare ore, giorni e mesi per cercare di capire chi sono i veri proprietari del mondo.

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.