(articolo del 28 dicembre 2008)
Nell’attuale rimaneggiamento dell’intero scenario bancario finanziario, molte banche sembrano destinate a scomparire per fusione incorporazione in altre – poche elette in verità – che sembrano ritagliarsi la parte del leone. Scoprire quali sono le banche elette appare abbastanza facile con un’attenta e meticolosa osservazione della realtà, mentre dimostrare per quali interessi, istituzioni o personaggi esse lavorino, appare ben più arduo compito. Si, perché i potenti dèi della frode monetaria globale hanno mani invisibili con cui manipolano il mercato, effettuando in totale conflitto di interessi – occultati da spesse strutture societarie in lontani paradisi fiscali – operazioni onnipotenti in permanente situazione di aggiotaggio, insider trading, abuso di posizione dominante, cartello e monopolio, strumenti finanziari illegali, imponendo leggi su misura, soffiando il bello e il cattivo tempo su intere nazioni, con guerre e altre calamità non proprio naturali. Trovandosi essi nel circolo ristretto della creazione monetaria, sempre ne influenzano i tassi di cambio (Forex) e la quantità prodotta, traendo da essi abusi clientelari, debitori e minatori. Lo scopo, si sa, è un nuovo ordine mondiale, in codice un mondo governato da un’unica banca centrale.
Dalla teoria alla pratica, con un piccolo esempio: lo sbarco in Italia dei francesi in Banca d’Italia con Crédit Agricole (e BNP Paribas).
Crédit Agricole acquisisce nel 2007 il controllo, con l’85% delle azioni, della vecchia Cassa di risparmio di Parma, fondata nel 1860 dalla duchessa di Borbone, lasciando alla fondazione omonima un misero 10%. Tale cessione avviene dopo la fusione tra Banca Intesa, ex controllante della Cariparma, e Sanpaolo IMI, provocando una diluizione del pacchetto azionario che Crédit Agricole deteneva in Banca Intesa. Con il motivo ufficiale di compensarne la perdita subita da CA, imposto dall’iniqua politica della concorrenza di Bruxelles [1] in seguito alla fusione tra Sanpaolo Imi e Banca Intesa, quest’ultima le cede non solo la maggioranza in Cariparma (85%) ma anche il controllo di Friuladria (76%), facendo di fatto di Crédit Agricole il secondo azionista straniero più importante di Bankitalia (dopo BNP Paribas attraverso la BNL), ufficialmente del 2,04%.
Presente in 58 paesi nel mondo, e attiva in attività bancarie, assicurative e di credito al consumo, con 11000 agenzie in 23 paesi, in Italia CA è presente anche con Fidis, Agos, e CA Assicurazioni, oltre a Cariparma e Friuladria. Si noti che nel suo cda figura per statuto la nomina di un amministratore imposto dal Ministro per le Finanze e da quello dell’Agricoltura francesi, visto che i nostri sedicenti cugini d’oltralpe, non hanno nessun complesso nell’applicare troppa interferenza di Stato nell’economia nazionale, dimostrandoci in questo frangente tutta la differenza con noi.
Inoltre il 23 dicembre 2008 è stata realizzata la “joint venture” non proprio paritetica (61%-39%) tra CA e Banco Popolare, attraverso le rispettive società controllate, Agos e Ducato, per creare il primo operatore italiano nel credito al consumo con una fetta del 14%. A dire il vero più che una joint venture, ha tutti i crismi per essere una cessione di un ramo aziendale: il nuovo ente avrà 256 agenzie in proprio e le oltre 700 di Cariparma e Friuladria, e conferirà l’esclusiva a CA sulla rete bancaria del gruppo Banco Popolare (oltre 2100 agenzie), con oltre 25 mila punti vendita convenzionati. Con il beneplacito della Commissione europea, naturalmente.
Una “venture” che è ben lungi dall’essere “joint” poiché consiste nella vendita del totale capitale sociale di Ducato dal Banco Popolare ad Agos (CA) per 1 miliardo di euro, che Agos sborserò grazie a un aumento di capitale da 1 miliardo di euro, integralmente sottoscritto da…Banco Popolare!!! Ditemi che non ho capito bene…: il Banco Popolare darà a CA l’importo per consentirle di acquisirle la sua filiale Ducato. E come ricompensa, dopo AVERCI MESSO TUTTO IL DENARO DELL’IMPRESA, BP riceverà il 39% del nuovo ente?
Tra gli advisers di questa proficua operazione per le tasche degli italiani e per il nostro paese: JP Morgan, Rothschild e Borghesi Colombo Associati.
Ma chi è Crédit Agricole?

Dal suo sito l’azionista di maggioranza (54,7%) risulta essere SAS Rue La Boétie, controllata a sua volta al 100% dalle Caisses Régionales du Crédit Agricole Mutuel cioé da banche cooperative regionali a vantaggio dei soci francesi. In breve, i nostri redditi rubati dal CA in qualità di azionista di Banca d’Italia e dalle varie commissioni, gabelle e spese di fido – inesistenti in altri paesi europei – ricavati dai suoi sportelli italiani vanno a finanziare le agevolazioni della cooperazione dei cittadini francesi.
(Articolo di dicembre 2008)
Nicoletta Forcheri
[1] da Wikipedia: Nel 2007, a seguito della fusione tra Sanpaolo IMI e Banca Intesa, per motivi antitrust Intesa Sanpaolo è stata costretta a cedere il controllo delle banche al dettaglio Cariparma e Banca Popolare FriulAdria (654 sportelli in tutto) che sono state cedute al Crédit Agricole, già azionista di Intesa Sanpaolo (con il 18%) fin dal 1990 (Banco Ambrosiano Veneto).

Crédit Agricole nel Mondo, filiali e uffici, estratto dal net

Allemagne

Services financiers spécialisés
Eurofactor AG
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Credit Plus Bank AG
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Calyon Financial
Cheuvreux

Autriche

Banque de financement et d’investissement
Calyon Délégation Europe de l’Est

Belgique

Services financiers spécialisés
Eurofactor SA/NV
Finaref Benelux
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Agricole Asset Management Benelux / Bureau de représentation
Fastnet Belgium
Banque de financement et d’investissement
Calyon Succursale de Bruxelles
Participations du groupe
CA Belgique
Europabank
Keytrade bank

Danemark

Services financiers spécialisés
Dan-Aktiv

Espagne

Services financiers spécialisés
CACEIS Bank España IXIS Urquijo
Crédit Agricole Leasing
Eurofactor
Finconsum
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Agricole Asset Management Fondos SA
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Calyon Financial
Cheuvreux
Participations du groupe
Bankoa

Finlande

Services financiers spécialisés
Finaref Oy
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Calyon Bank Helsinki Branch
Banque de financement et d’investissement
Calyon

Grèce

Services financiers spécialisés
Emporiki Credicom
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Metrolife
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Banque de détail à l’international
Emporiki Bank

Hongrie

Services financiers spécialisés
Credigen
Banque de financement et d’investissement
Calyon Bank Hongrie

Irlande

Gestion d’actifs, assurances et banque privée
CACEIS Bank Luxembourg Dublin Branch
Fastnet Ireland Ltd

Italie

Services financiers spécialisés
Agos
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Agricole Asset Management SGR
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Cheuvreux

Kazakhstan

Banque de financement et d’investissement
Calyon Bureau de représentation

Luxembourg

Gestion d’actifs, assurances et banque privée
CACEIS Luxembourg
Crédit Agricole (Luxembourg) SA
Crédit Agricole Asset Management Luxembourg
Fastnet Luxembourg
Banque de financement et d’investissement
Calyon

Monaco

Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Foncier de Monaco

Norvège

Services financiers spécialisés
Finaref AS
Banque de financement et d’investissement
Calyon

Pays Bas

Services financiers spécialisés
Fastnet Netherlands
Ribank
Banque de financement et d’investissement
Cheuvreux

Pologne

Services financiers spécialisés
Crédit Agricole Leasing Pologne Europejski Fundusz Leasingowy S.A.
Banque de financement et d’investissement
Calyon Bank Polska S.A.
Banque de détail à l’international
Lukas Bank

Portugal

Services financiers spécialisés
Credibom
Eurofactoring Sociedade de Factoring SA
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Bes Vida, Companhia de Seguros S.A
Bes, Companhia de Seguros S.A.
Banque de financement et d’investissement
Calyon Bureau de représentation

République Tchèque

Services financiers spécialisés
Credium
Banque de financement et d’investissement
Calyon Bank Czech Republic

Royaume Uni

Services financiers spécialisés
Eurofactor (UK) LTD
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Agricole Asset Management London Branch
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Calyon Financial
Cheuvreux
CLSA

Russie

Banque de financement et d’investissement
Calyon
Calyon Rusbank

Serbie

Banque de détail à l’international
Meridian Bank

Slovaquie

Banque de financement et d’investissement
Calyon Bank Slovakia

Suède

Services financiers spécialisés
Finaref AB
Gestion d’actifs, assurances et banque privée
Crédit Agricole Asset Management Stockholm / Bureau de représentation
Banque de financement et d’investissement
Calyon
Cheuvreux

Suisse

Banque de financement et d’investissement
C.A. (Suisse) SA Genève (siège social)
C.A. (Suisse) SA Lausanne
C.A. (Suisse) SA Lugano
C.A. (Suisse) SA Zurich
C.A. Financts. (Suisse) SA Bâle
C.A. Financts. (Suisse) SA Genève
C.A. Financts. (Suisse) SA Genève
C.A. Financts. (Suisse) SA Lausanne
Cheuvreux

Ukraine

Banque de financement et d’investissement
Calyon Bank Ukraine
Banque de détail à l’international
Indexbank
Popularity: 3%
ShareThis