Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

venerdì 10 gennaio 2014

Emergenza Decreto Legge Bankitalia



Si noti che Banca d'Italia è nata privata per diventare pubblica con la legge del 1936, contrariamente  a quanto detto dai due senatori. Bankitalia è già partecipata da governi esteri come Francia Belgio Lussemburgo in BNL attraverso BNP Paribas, e verosimilmente da capitali tedeschi in Unicredit.
La trasformazione di Banca d'Italia in società anonima ad azionariato diffuso significa trasformare la BC in ente quotato in una borsa riservata unicamente a grossi istituti finanziari, banche, fondi e assicurazioni. Si parla anche di enti previdenziali, probabilmente per tenere conto di INPS e Inal attualmente compartecipanti al capitale di Bankitalai, ma destinati a diventare fondi pensionisti PRIVATI e STRANIERI.

Questo decreto va assolutamente bocciato e va ripristinato l'articolo della legge 262 del 2005 che prevedeva la rinazionalizzazione di Bankitalia:

 Art 19, comma 10: 
 Con regolamento da adottare ai sensi dell’articolo 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, è ridefinito l’assetto proprietario della Banca d’Italia, e sono disciplinate le modalità di trasferimento, entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, delle quote di partecipazione al capitale della Banca d’Italia in possesso di soggetti diversi dallo Stato o da altri enti pubblici.


http://www.camera.it/parlam/leggi/05262l.htm

N. Forcheri  10/1/2014

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.