Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

giovedì 30 gennaio 2014

I "partigiani" esposti: cantano Bella Ciaio in aula dopo l'atto di tradimento supremo

Gli alti traditori della patria, il PD e Sciolta Civica, cantano Bella Ciao in aula, dopo la tagliola e l'approvazione della conversione in legge del dl 133 che prevede il regalo alle banche di bankitalia di 7.5 miliardi di euro e conseguente spezzatino ai fondi di investimento internazionali con trasformazione nello statuto in società anonima per azioni diffuse, a banche, assicurazioni e fondi pensione, di una certa rilevanza e regalo del nostro oro.
Giù l'ennesima maschera, quella del teatrino della democrazia, e quindi della presunta liberazione dopo la guerra, con questa conversione approvata sul filo del rasoio, 236 voti a favore e 209 contrari: gli alti traditori della patria, PD e Sciolta Civica, cantano in aula BELLA CIAO, rivelando al mondo quello che abbiamo sempre sostenuto e cioè che il tradimento della patria è iniziato con quello dei partigiani che in cambio di ingenti finanziamenti hanno aiutato lo pseudo liberatore a invaderci meglio, liberando i mafiosi e organizzando le operazioni stragiste di Stay Behind - Gladio, il tutto pagato dal popolo italiano con l'indebitamento delle Am Lire, da noi pagato due volte.
Allora chi sono i partigiani??? Gli infiltrati e venduti che si dicono tali e che cantano bella ciao, o quelli che da essi vengono denigrati con i massimi insulti, populisti, fascisti e quant'altro?
N. Forcheri 30 gennaio 2013

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.