Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

mercoledì 29 gennaio 2014

Movimento nove dicembre: "Dal 9 febbraio in poi il Popolo Sovrano si aggrega a Roma"

28 gennaio 2014 alle ore 18.53

Dal 9 febbraio in poi il Popolo Sovrano si riunirà a Roma. Un punto di riferimento è il presidio di P.le dei Partigiani. A causa della forte affluenza si sta provvedendo ad un ampliamento logistico anche in altri siti centrali della capitale. Danilo Calvani: "No alla svendita di Bankitalia e alle 2451 tonnellate dell'oro regalato alle banche! Rivogliamo la nostra vita, la nostra casa, il lavoro!".

ROMA 28 GENNAIO 2014 - Il Coordinamento 9 dicembre e tutti i cittadini liberi del popolo italiano si incontreranno a Roma, da domenica 9 febbraio in poi, quale ultimo giorno di raduno e di incontro al termine del "Cammino della Libertà". Danilo Calvani, portavoce nazionale del Coordinamento, ha dichiarato: "Il popolo non ce la fa più, hanno distrutto le imprese, hanno smantellato il settore lavorativo, ci hanno maledetto con l'euro e adesso ci sottraggono anche le riserve auree per fare un regalino alle amiche banche. E' Troppo! Dal 9 febbraio in poi l'Italia intera scende a Roma!"

E' così che i cittadini liberi del Coordinamento 9 dicembre chiamano in raduno il resto del Paese, sotto al simbolo della bandiera italiana. Tutti i cittadini soffocati dalle scelte del governo si riuniranno a Roma, a cominciare dal presidio in Piazzale dei Partigiani, dove c'è già un presidio che ha provveduto ad allargare le concessioni in vista della forte affluenza. Gli organizzatori dell'evento hanno già annunciato che, qualora le adesioni dovessero continuare a crescere, si provvederà ad ottenere autorizzazioni anche per altri punti d'incontro. Alla protesta hanno aderito persone di tutte le categorie: disoccupati, lavoratori, cassaintegrati, agricoltori, trasportatori, precari, dipendenti pubblici, operai, ambientalisti, economisti ed intellettuali. Molti coloro che sono disposti a mettere le tende in modo permanente. La manifestazione infatti è prevista dall’ultimo giorno di incontro che è domenica 9 febbraio in avanti, ma la gran parte dei manifestanti si stanno organizzando e soprattutto per i giorni che seguono. I numeri delle adesioni stanno aumentando vertiginosamente.

"Purtroppo siamo schiavi di un Parlamento che non sa fare nemmeno le leggi per farsi eleggere da un popolo che ormai non conta più nulla" - hanno dichiarato i responsabili del Coordinamento 9 dicembre, che aggiungono - "prima hanno fatto una legge incostituzionale ed ora ne propongono una ancor più incostituzionale. Lo avevamo detto che sarebbe andata a finire così. Come faremo a liberarci di questa ennesima legge-truffa? Dobbiamo aspettare altri due anni che si esprima la Consulta? E' troppo! Non abbiamo tempo. Oggi alla Camera il governo, nel silenzio dei mass media, ha bocciato tutti gli emendamenti che potevano servire a fermare l'ultimo e incredibile scippo al nostro paese: un aumento del capitale di Bankitalia da 156 mila euro a 7,5 miliardi come antipasto e la cessione incondizionata di 2451,2 tonnellate di oro alle banche private. Quelle sono le riserve del popolo! E' l'oro prodotto grazie al lavoro costante del nostro paese! Quell'oro non si tocca!".
Sui traditori che stanno impiegando il loro tempo a cercare di sabotare la protesta del 9 febbraio nessun commento.
Il portavoce Danilo Calvani ha inoltre dichiarato che:
«L'Italia ormai ha capito che di vati e di guru né è pieno il mondo, l'unica cosa che conta sono i fatti e la rivendicazione dei nostri diritti. Il governo non vuole che i cittadini sappiano che, con lo scippo dell'oro di Bankitalia ci stanno fregando il futuro in un periodo di crisi. Infatti mentre la Germania riporta a casa il suo oro, noi lo regaliamo! E' inaccettabile. Quelle sono le riserve che servono per il Paese! Italiani, aprite gli occhi, non fate il gioco dei potenti, informatevi, ribellatevi! Come disse Indro Montanelli: "Un paese che ignora il proprio ieri di cui non sa assolutamente nulla e non si cura di sapere nulla, non può avere un domani"».

Ribadiamo le nostre richieste: che si dimetta immediatamente il Governo e il Parlamento e che si torni alle urne. Tutti coloro che hanno tradito la nostra costituzione e creato danni incalcolabili al paese anche in termini di vite umane, ne devono rispondere giuridicamente al paese.

Per qualsiasi informazione si prega rivolgersi al presidio di Piazzale dei Partigiani o di scrivere alla mail danilocalvani.ufficiostampa@gmail.com
Sito webwww.novedicembre.altervista.org - Evento Facebook:https://www.facebook.com/events/654761627900906/?fref=ts

Ufficio Stampa Coordinamento 9 dicembre
danilocalvani.ufficiostampa@gmail.com
#9febbraio #Coordinamento9dicembre
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.