Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

lunedì 26 maggio 2014

Alcune considerazioni sulle elezioni. N. Forcheri

Si era visto con il video di Lo sai girato a Napoli, con Carlo Sibilia e Roberto Fico, che il M5S non sapeva più a che santi votarsi per spiegare la posizione quanto mai vaga sulla sovranità della moneta e/o l'euro (cfr. https://www.youtube.com/watch?v=Y57RH_IUQSA). Per mesi avevo cercato di capire l'atteggiamento di Beppe Grillo di passare la patata bollente al popolo del Movimento,  per non finire come Cristo in croce: il tema scottante e le statistiche su tale fine per i tanti eroi contemporanei e del passato che sono voluti passare a una moneta popolare, non ultimo il caso eclatante di Moro, oltre a qualche piccolissima vicissitudine personale contribuirono a quasi convincermene. 

Ma come continuo a ripetere da mesi, oltre ad avere chiaramente snobbato Claudio Borghi A, Antonio Maria Rinaldi, Alberto Bagnai e Francesca Donato del "movimento" Noeuro/lega/eurexit, il M5S ha continuato a scopiazzarci sulla punta delle labbra per cavalcare l'argomento esplosivo della Moneta Nostra e della Sovranità monetaria, prova ne sia che hanno continuato a tenerci a debita distanza (Giuseppe Pizzino, Gianluca Monaco; Daniele Pace; Salvatore Tamburro ecc).

Ma non è colpa loro, hanno dovuto firmare un foglio dove restituiscono tutta la manna legandosi quindi piedi e mani... Per quello che mi riguarda sto ancora aspettando il vaglia del passaporto per l'iscrizione al movimento, io grillina ante litteram che il fiato sul collo lo esercito da sempre non solo sui comuni ma anche sui deputati stessi del 5S (in un articolo chiedevo come mai il M5S si era astenuto dal voto contro il DDL Bankitalia, ad esempio, cfr. http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.it/2014/02/dl-imubankitalia-disanima-e-perplessita.html). 
Se ci si priva dei mezzi per fare una rivoluzione anche da dentro le istituzioni, è normale che la rivoluzione fallisce. Da quando mondo  è mondo infatti le rivoluzioni sono sempre state finanziate dai banchieri, se per una volta era finanziata dai soldi della "politica" e cioè del popolo, non ci vedo niente di male, anzi, meglio rendere conto ai cittadini che ai banchieri... NOOOO??

Quindi da mesi critico l'atteggiamento "purista" dei rimborsi elettorali, soldi da tenersi stretti per creare un vero movimento elettorale, per pagare una stampalibera... dei consulenti.... dei traduttori e addetti PR, dei giuristi per studiare i cavilli UE e combatterli sul loro stesso terreno, e poi andare a  negoziare con l'Europa con tanto di argomenti per rivendicare e RICATTARE... Tali organi di stampa e/o di consulenza, si potevano fare con tanto di gara, sulla base di CV o di meriti, con formule partecipative cooperative a controllo diffuso ad esempio, se proprio ci teniamo alla democrazia "diretta"...Perché, vedete, portare avanti un progetto di cambiamento della società dove il nocciolo del problema è proprio la ristrettezza di liquidità nella società creata ad arte dal Cartello delle banche dealer richiede IN PRIMIS di disporre di... liquidità... E non certo di disfarsi di tali liquidità per dimostrare di essere più puri di tutti. Moralismo di merda.

Inoltre, da mesi si alzano voci di dissenso sulla politica di "informazione" del M5S, la politica del "tutto alla rete" in un paese di vecchi ancora legati alla TV o di persone schiantate da lavoro, mutui e tasse che non hanno fisicamente il tempo di informarsi in rete (e qua rimando all'esperienza di una stampalibera ma con pagamento di competenze), così come è del tutto criticabile il  "non mi alleo con nessuno" mentre un fronte unito contro il PD, con Lega, FdI e tutte quelle forze che rimettono in discussione il Fiscal Compact, il MES, l'ERF, il TTIP e, last but not least, l'euro era più che dovuto, SACROSANTO, invece che dividere il M5S doveva unire!!! 

Infine, parte della sconfitta si può spiegare anche con la possibilità di brogli visto che la società "scelta" dal PE per conteggiare i voti è la Scytl, che è una società di investimento sostenuta da altri fondi (scatole cinesi da studiare) ma tra i cui partner  spiccano in particolare HP, Microsoft, Tata, e tanti altri nomi da scatole cinesi http://www.scytl.com/partners/), una società che era già stata accusata di brogli durante le ultime elezioni di Obama, una società che gestisce il software di conteggio (a tal riguardo si guardino i video inclusi nell'articolo di Daniele Cristeros Di Luciano sulle testimonianze di brogli negli USA, http://www.losai.eu/tutto-non-ci-detto-sulle-elezioni-europee-2014/).

Qua chiediamo formalmente al PE di sapere con quale criterio è stata selezionata tale società, se con gara o per preselezione "guidata", una società già accusata di brogli negli USA, e non aggiungo altro. 



Per concludere, si continua a non capire come in questa lotta contro il male assoluto rappresentato da una moneta satanica, il nuovo ordine mondiale, la schiavitù e la fame dobbiamo UNIRCI tutti senza presunzioni di purezza sugli uni o sugli altri o altre questioni di ego prettamente divisorie, per non fare il gioco dei burattinai e  per fare scudo su talune priorità che sono: l'annullamento dei trattati da Maastricht in poi, la rinegoziazione totale dell'euro con l'abrogazione degli articoli che sanciscono l'indipendenza delle BC e che impediscono alla BCE di essere pagatrice di ultima istanza, la riforma della contabilità ex Marco Saba che mira a mettere in luce l'enorme frode bancaria circa gli enormi proventi derivanti dal falso contabile in merito alla creazione monetaria dal nulla e che da sola basterebbe a fare capitolare la casta dei banchieri a darci il dovuto, una compartecipazione a tali utili della NOSTRA moneta e quindi un reddito di cittadinanza dovuto a tutti per garantire, secondo i diritti universali dell'uomo di cui la Francia si millanta tanto di esserne la culla, una casa, vitto, acqua a tutti i cittadini  (in questo caso europei ma dello sfruttamento dell'Africa dall'UE/Francia ne parleremo in altro capitolo cfr. http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.it/2014/05/intervista-forcheri-da-salvo-mandara.html), e tutto questo, che sia rimanendo nell'euro o uscendo, la condizione quindi è che anche uscendo lo si faccia secondo le regole della sovranità monetaria e della moneta popolare, istituendo un quarto pilastro allo Stato che è quello appunto della creazione monetaria controllata dal popolo, che è SOVRANO, e controllata dagli altri poteri dello Stato: legislativo, giudiziario, esecutivo. E non come adesso in cui i tre pilastri dello Stato, oltre il popolo, sottostanno segretamente al potere occulto del quarto pilastro che per non essere stato esplicitato, non è meno onnipresente, invisibile, deleterio, in mano ad un Cartello feroce, psicopatico, vorace. 



Nicoletta Forcheri 26 maggio 2014
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.