Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

martedì 27 maggio 2014

Strambe continuità storiche. N. Forcheri

10325674_10152234988438422_3152761499431445487_n

Diciamo che dalla bolla papale del 1493 che decretava che chiunque appartenesse a una delle tre religioni monoteiste avesse scoperto una terra "vergine" seppur abitata da indigeni, poteva appropriarsene e dichiararla sua (fu l'inizio delle colonie e della tratta degli schiavi), le cose non sono cambiate molto. Potete immaginare che cosa succedette agli indigeni, massacrati, esiliati, schiavizzati per secoli... un po' come succede oggi in Palestina dove il papa, coerente con i suoi predecessori, rende omaggio al fondatore di Israele..(By the way, qual è la moneta utilizzata dalo "stato" palestinese???). 

Un po' come succede oggi in Africa dove 15 Stati africani sono di fatto ancora di proprietà della Francia attraverso una moneta e la presunta superiorità della razza bianca, un po' come succede ancora oggi quando le multinazionali massacrano o espropriano indigeni dalla giungla....O quando legiferano che per la normativa della proprietà intellettuale e dei brevetti, chiunque scoprirà un elemento di materia viva (vegetale o animale) "non conosciuta" potrà brevettarla, disconoscendo in ciò completamente la conoscenza degli indigeni, sempre per la vecchia nozione di una loro presunta "inferiorità" derivante dalla bolla del 1493 che li definisce nei fatti come esseri inferiori non godendo degli stessi diritti degli altri. Non esiste infatti vegetale o animale non noto agli indigeni, ma le multinazionali non solo non li considerano ma non esitano a cacciarli dalle loro terre e a minacciarli di estinzione.

UNA SONORA RISATA LI SEPPELLIRA'
N. Forcheri 26 maggio 2014
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.