Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

sabato 23 agosto 2014

Iraq, ammazzare i bambini è terribile - Il Fatto Quotidiano

Delirio di Jacopo Fo, "anche ammazzare gli adulti non va bene", ma "ammazzare i bambini è terribile", come se nell'orrore più bieco si potesse fare una graduatoria dell'inferno. Quando non si crede alla differenza tra il bene e il male, quando si ignora l'esistenza del maligno, si è già preda del male al punto da incolpare gli uni e non gli altri, al punto da giustificare la reazione dei terroristi, che pure hanno tratto humus fertile nelle invasioni occidentali, al punto da ripetere e credere alle futili giustificazioni del male che la propaganda ci ha propinato - portare la democrazia, oppure a quelle della contro propaganda, "i poveri musulmani è giusto che si vendichino". O da incolpare gli uni contro gli altri, quasi per giustificare l'eziologia del male. Questa è la sorte dell'uomo SENZA DIO, SENZA MALIGNO, SENZA SCELTA, questa è la sorte dell'uomo che relativizza tutto persino i massacri di massa dei feti per poi scandalizzarsi dei massacri di massa di quei feti diventati bambini, questa è la sorte infine dell'uomo senza il Verbo di Cristo che disse, dalla violenza può solo nascere altra violenza, per fermare la violenza bisogna invertire la marcia, tendere l'altra guancia, la frase più problematica del vangelo, che si contrappone alla legge dell'occhio per occhio, dente per dente che ci porterà all'apocalisse.
NForcheri 23/8/2014

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/22/iraq-ammazzare-i-bambini-e-terribile/1096199/
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.