Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

mercoledì 6 agosto 2014

Fabiuccio Maggiore: La verità di un eretico e la madre di Netanyahu

di Fabiuccio Maggiore Fonte: https://www.facebook.com/fabiuccio.maggiore?fref=nf



Il nostro sistema monetario di acquisto titoli in cambio di moneta, risale al Grande Accordo Monetario ed alla fondazione della Banca d'Inghilterra (1694), quando il Sovrano si accordò di condividere la gestione monetaria insieme a dei banchieri privati che avrebbero garantito lui la dovuta massa monetaria in cambio di obbligazioni e sottoscrizioni di debito.
 La moneta e la sua gestione, dai secoli dei secoli, è stata condivisa tra Sovrano e banchieri privati, in un gioco delle parti, tra fallimenti vari, da una parte e dall'altra. Sostenere che la moneta sia di monopolio dello Stato è falso e chi crede che Stato e banche siano la stessa cosa, viene tratto in inganno.
 Quanto io vi dico, è documentato e non è eresia, ma è una verità non conosciuta da molti, dunque non accettata, perché nessuno è venuto mai a dirvelo. Ancora oggi, c'è chi crede che la stampa della moneta sia determinata in base alle riserve auree, seppure questa regola del gioco già da più di quaranta anni è stata abolita con Nixon, il 15 Agosto 1971.
 Ancora oggi, c'è chi sostiene che la Banca d'Italia sia pubblica ed al servizio dello Stato, seppure siano indipendenti a abbiano divorziato il 1981 e lo Stato si ritrovi a perdere e la Banca d'Italia a vincere.
 Non è eresia la mia, ma La Verità che deve essere conosciuta da tutti e diffusa. Nel gioco della condivisione monetaria, fino alla Riforma del 1 Maggio 1866 decreto n.2873 del Governo Italiano, la moneta sovrana formava il 75% della massa monetaria (per moneta sovrana si intende quella metallica, coniata e di proprietà dello Stato, ricordando per chi non lo sapesse che lo Stato conia e la Banca stampa). Questa riforma però, sancendo il corso forzoso dei biglietti bancari (significa che avevano valore senza che questi potessero essere convertiti in oro andando in banca), diede la possibilità alla banca di diffondere la propria moneta bancaria a scapito di quella sovrana che veniva, invece, ridotta e tesaurizzata. Fino ad allora, il sistema bancario e finanziario non aveva tanto ruolo all'interno del sistema italiano.
 Nel 1871, per via della riforma e del corso forzoso, la moneta metallica sovrana scendeva al 21%; oggi assume (pensate) valori residuali del 2%. L'altra parte della massa monetaria?E' privata, falsa, non moneta, surrogato. Se viviamo all'interno di un sistema capitalistico, formato da una società monetaria e, la moneta è privata e falsa (a iosa a chiosa= abbondante e fasulla), come potrà mai essere la società? E l'uomo?
 Un certo aristocratico, Aristodemo (VI secolo a.C.), affermò che "Il denaro è l'uomo!"
 Ora, non che mi piaccia tanto come affermazione, ma non possiamo nemmeno darci tutti i torti se il sistema sociale è centrato sulla moneta. La diffusione della moneta privata ha portato alla prima guerra mondiale, alla seconda guerra, ed adesso, ci dirige alla terza.
Cosa si inventeranno oggi i banchieri internazionali?
 Dopo la morte di un uomo nella prima ed il nano col baffetto che amava alzare l'ascella dopo, oggi diranno che un Presidente che amava fare i bunga bunga è andato a letto per sbaglio con la madre di Benjamin Netanyahu, che se la faceva con la Cina, che partì la Russia, ma gli inglesi si sentivano soli e parteciparono, così la Svezia, l'Italia etc. etc. Seguirono tutti eccetto la Svizzera.
 La smettiamo per favore di giocare e scannarci tutti e lasciamo in pace la madre di Netanyahu?!?
 Ritorniamo alla Verità dell'eretico, ricomponiamoci. La regolazione della diffusione di questa moneta privata è stata,dunque, imposta e legittimata dalla Federal Reserve Act del 1913 stabilendo "le norme" della riserva frazionaria, la magia con la quale si crea più moneta di quanto se ne possieda, incrementando surrogati, valori scoperti, spinte inflazionistiche, arricchimenti di privati, shock economici, bolle etc. Come possiamo pensare, allora, che la moneta è di monopolio dello Stato? Come pensare che sia eresia parlar di proprietà della moneta e sovranità monetaria?
La popolazione è mantenuta ignorante, perché nessuno ce lo ha mai raccontato per ovvie ragioni, ma questa, non deve rimanere La Verità di un eretico. Diffondete e guardate oltre la siepe, aprite il recinto mentale e informate tutti per la madre di Netanyahu!!!
 F.M. 05/08/2014
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.