Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

giovedì 14 agosto 2014

Pasqua 2014: il Presidente Bashar Al-Assad, paladino anche dei cristiani, visita la città di Maaloula ...




Pubblicato il 20/apr/2014
Da Maalula, il presidente Al Assad afferma che la cultura umana e culturale siriana rimarranno forti di fronte a chi ha preso di mira la patria
*
A Pasqua, e dal cuore di Maalula nell'area di Damasco, il presidente Al Assad ha comunicato gli auguri di Buona Pasqua a tutti i siriani.

Durante la sua visita, il Presidente ha visitato il monastero dei Santi Sergio e Bacco e ha ispezionato i danni e la distruzione provocati al monastero dai terroristi.

Il Presidente Assad ha detto che le atrocità commesse dai terroristi ne portano la firma dell'identità e di chi li sostiene,  dando di sé una chiara immagine della loro barbarie quando prendono di mira in egual modo persone e pietre.

In Safir Maaloula Hotel, che i terroristi avevano assediato e utilizzato come quartiere generale per pepetratre i loro crimini contro gli indigeni,  Assad ha incontrato i membri dell'esercito regolare e le forze di difesa nazionale salutandoli e ringraziandoli per la difesa della patria dai terroristi
Ha dichiarato che la forza della Siria e il successo dell'esercito nel ripristinare la sicurezza e la stabilità nelle città dove sono andati i terroristi non sarebbe stata possibile se non ci fosse stata la solidarietà di stato tra il popolo, sia civile che militare, e senza il sostegno popolare dell'esercito.

Dopo Pasqua nelle montagne Assad ha visitato il Monastero di Santa Tecla anch'esso vandalizzato deliberatamente dai terroristi, e ha dichiarato che nessuno può cancellare la storia umana e culturale siriana per quanto grossi siano gli sforzi dei terroristi.

"Maaloula rimarrà assieme agli altri beni culturali solida di fronte alla barbarie e all'oscurantesimo di coloro che prendono di mira la nostra patria e rimarrà un monumento della cultura dei siriani mentre la storia segnerà ciò che questa città e altre città storiche in Siria avranno dovuto subire per la mentalità oscurantistica degli aggressori" ha detto.

Passando da Ein al-Tineh al suo ritorno da Maalula, molti cittadini si sono riuniti attorno al presidente affermando che sono tutti uniti con la patria di fronte a chi li ha presi di mira.

Il Presidente ha lodato la difesa nazionale nel villaggio che ha affrontato le forze armate in difesa del vilaggio e la zona circostante, affermando che l'atteggiamento onorevole della popolazione di Ein al-Tineh è un modella della società  siriana che si schiera unita quando una parte di essa è minacciata.

Il Presidente Assad ha ricordato che i terroristi nom sono riusciti a creare dissenso nella società nonostante i numerosi tentativi e che "Ein al-Tineh è un esempio ulteriore di ciò, poiché si è alzato per difendere Maalula".
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.