Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

mercoledì 29 ottobre 2014

Dacci oggi il nostro rating quotidiano e non rimettere il a loro spread

quotidiano e non rimettere il  loro spread…
La saggezza di Cristo contro l'usura che uccide e la scoperta
rivoluzionaria di Giacinto Auriti che, sulla scia del Vangelo,
è destinata a trasformare la faccia oscura del mondo

di Nicola Arena
Premessa di Sergio Basile
rating e spread
 Dacci oggi il nostro rating quotidiano e non rimettere il loro spread …  
Italia -  Ore 8:20 – bollettino (di guerrra) quotidiano – Mercoledì, 20 Ottobre 2014: Debito pubblico nazionale a quota 2185 mld di euro circa… L'ultimo euro nel maialino di terracotta fa suonare l'allarme rosso… altri maialini dovranno essere distrutti e rivoltati come calzini, nel Paese dell'usura. Ma gli "allevamenti di maialini" da queste parti sono falliti tutti! Nelle ultime ore (fonte ANSA) dopo aver controllato le previsioni del tempo abbiamo appreso le altre nuove "previsioni" quotidiane, quelle ritualistiche dei debiti e delle tasse che verranno, sempre più copiose, a minacciare i cieli della nostra esistenza"lo spread tra Btp e Bund – apprendiamo - chiude in lieve calo a 165,6 punti, con un rendimento  del decennale italiano al 2,53%. Resta sui massimi lo spread Italia-Spagna,  poco sotto i 40 punti base".  Così recita beffardo il comunicato dell'Agenzia Nazionale della Stampa Associata. Qualcosa non torna! Se ne percepisce il non senso nell'aria gelida e penetrante del mattino,  che già annuncia l'arrivo di un inverno polare, fatto di nuovi debiti e nuove tasse che, impietose come flagelli dal cielo, si abbatteranno sulle famiglie e sulle imprese italiane,  sotto gli occhi divertiti degli uomini di potere che ancora, malgrado tutto,  si guardano bene dal rivelare la verità… Qualcuno ci ha dichiarato guerra e ci vuole morti! La sua preghiera suona distorta alle orecchie del povero e dell'indigente che vive ormai di fotogrammi, sognando lo splendore di un giardino impietosamente ridotto ad un orrido deserto… La sua eco risuona beffarda in ogni dove come un diabolico mantra: "dacci oggi il nostro rating quotidiano… e non rimettere il loro spread"…. "dacci oggi il nostro rating quotidiano… e non rimettere il loro spread"…. "dacci oggi il nostro rating quotidiano… e non rimettere il loro spread"…. "dacci oggi il nostro rating quotidiano… e non rimettere il loro spread"…. E' la preghiera dell'usuraio!
Sergio Basile – SdG

di Nicola Arena – SdG
rating e spread
 Non ti comporterai con lui da usuraio…                                                            
Roma – di Nicola Arena, SdG Anguillara Sabbazia - Dal libro dell’Esodo leggiamo le parole pronunciate da Dio e rivolte al popolo di Israele: "Se tu presti denaro a qualcuno del mio popolo, all’indigente che sta con te, non ti comporterai con lui da usuraio, voi non dovete imporgli alcun interesse". E’ il non imporre interessi sul prestito, una regola che non poteva essere accettata dai grandi Usurai, che, da allora, vivono e caricano sulle spalle dei popoli carichi enormi di debito, non dovuto, utilizzando i mezzi e gli strumenti più fantasiosi. Il mondo aveva preso una brutta piega e il popolo d’Israele era guidato da “dottori della legge” assolutamente ossequiosi nell’osservare “sulla carta” le regole dettate verbalmente da Dio, ma nei fatti assolutamente contrari ad esse. Era necessario quindi che Dio si facesse uomo e vivesse i luoghi della disobbedienza morale, insegnando in prima persona quali fossero le regole da seguire per la salvezza dell’anima.
 La venuta di Cristo                                                                                                     
La venuta di Gesù, per questa ragione ha segnato una svolta epocale sotto tutti i punti di vista, non a caso Dio scelse di far nascere il suo prediletto figlio proprio all’interno del popolo ebraico: per questo e solo per questo – ribadiamo - considerato "il popolo eletto", poiché da esso fu generato il Messia atteso da tutt i profeti fin dagli albori della storia. Questa verità storica ci dice essenzialmente una cosa: la guerra degli usurai contro i popoli è di fatto una guerra tra bene e male, che non può essere compresa a fondo se non in una dimensione spirituale che aliena dalla mera economia. Allora urge conoscere la storia e soffermarsi su questi aspetti.
rating e spread
 Il secondo è simile al primo…                                                                                
Per comprendere un aspetto fondamentale interpretativo del reale motivo che separa il vecchio testamento dal nuovo, occorre comprendere per bene le parole di Gesù. Qualora un "avvocato" di allora gli avesse chiesto quale fosse stato il comandamento più grande, Gesù avrebbe potuto scegliere uno dei numerosi comandamenti dell’Antico Testamento, della legge di Mosè o dei Dieci Comandamenti, al fine di togliere ogni curiosità al suo interlocutore e liquidarlo a buon mercato… Invece, Egli riassunse tutti i comandamenti in questi due: “Ama il Signore Iddio tuo con tutto il tuo cuore e con tutta l’anima tua e con tutta la mente tua”. Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile ad esso, è: “Ama il prossimo tuo come te stesso” (Matteo 22:37–39).
 La vera libertà                                                                                                              
Infatti, è solo con l’amore incondizionato verso se stessi ed il prossimo che si può esserericchi interiormente e realizzare, nella nostra vita terrena, il sogno della vera libertà.L’autentica libertà è quella della mancanza del debito. Non più, quindi, le parole: presta al prossimo, seppur senza interesse, ma rinnovate, a scanso di equivoci, con la nuova versione “dai al prossimo ciò che è suo di diritto”.
rating e spread
 La scoperta destinata a cambiare il mondo, per sempre…                          
Con la scoperta del "Valore indotto della Moneta", il Professor Giacinto Auriti interpreta, con filosofia pratica, le parole di Gesù Cristo nel vangelo: Date a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio. Per seguire, perciò, alla lettera le parole di Gesù nel Vangelo, occorrerebbe ridare indietro alla BCE (Cesare) tutto l’euro di cui disponiamo (perché ricordiamo, tutta la moneta in circolazione è emessa a debito) e sostituirlo con la moneta di proprietà del portatore. Da quel momento i "Draghi" avrebbero la loro moneta… satanica (vedi qui Draghi, i draghi delle Banche Centrali e il ruolo della Chiesa di Cristo) e noi non dovremmo mai più accettare moneta a debito (all’atto dell’emissione). Perché, è stato detto e scritto più volte, per ribadire il concetto espresso dal Professor Auriti: LA PROPRIETA’  DELLA MONETA deve essere di chi ne crea il valore. Poiché il valore monetario nasce per convenzione fra tutti i cittadini, cioè semplicemente mettendosi d’accordo (vedi qui ), è chiaro che il valore CONVENZIONALMENTE creato deve appartenere a chi partecipa a quella convenzione, ossia ai cittadini. La proprietà popolare della moneta, stravolgendo gli equilibri acquisiti nei secoli con l’inganno, rivoluzionerà il modo di concepire la vita, in relazione con l’Altissimo e con tutto l’universo creato, ritrovanso un idilliaco equilibrio con il Creato, il Creatore e tutta la Creazione.
 Moneta-Credito di proprietà – Unica via per la "Certezza del Diritto"     
Solo quando l’uomo avrà la proprietà del suo denaro (inteso come monetizzazione del proprio valore umano e quindi al servizio dell’uomo), potrà finalmente avere la certezza del riconoscimento dei propri diritti. Quando viene tolta alla persona umana la possibilità di crearsi un simbolo, sul qualeimprimere convenzionalmente il proprio valore (vedi qui Il Potere ce l’abbiamo noi… Se solo lo capissimo), l’uomo non potrà mai disporre di alcun bene, che esso stesso crea. Se si aggiunge che quel valore gli viene dapprima tolto e poi addebitato ingiustamente, si comprende la ferocia assassina di chi svuota le persone della propria esistenza e le rende schiave. Questo punto essenziale deve penetrare nelle menti di chi occupa ruoli importanti nella vita pubblica, perché è solo comprendendo questo fondamentale aspetto, che si possono concepire idee atte allo sviluppo ed al miglioramento delle condizioni di vita e al riconoscimento dei propri diritti, per una vita finalmente libera dall’inganno e in armonia con il prossimo e con Dio.
Nicola Arena - SdG Anguillara Sabazia (Copyright © 2014 Qui Europa)
Premessa ed introduzione di Sergio Basile – SdG
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.