Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

domenica 12 ottobre 2014

Vi offro una chicca da lanciare a chi argomenta che quando la BCI era nazionale, lo Stato si beccava gli interessi della moneta, cioé prima dell'euro... 
Dalle mie ricerche in realtà, lo Stato percepiva gli interessi unicamente sulle banconote, e non sulla moneta scritturale che rappresenta quasi il 98% della moneta, e secondo le circolari che avevo letto tale restituzione era solo di massimo il 50% di tali interessi. Quindi tale teoria nega completamente il furto del signoraggio che verte sul valore integrale di tutta la moneta e non già solo sugli interessi, e per riassumere lo Stato precepiva quindi il 50% del 5% (valore approssimativo degli interessi) del 2% (valore approssimativo delle banconote, al rialzo) di tutto il valore monetario della moneta prodotta, scritturale e legale, il che fa il 2,5% del 2%,e quindi lo 0,025% di tutta la moneta prodotta.
E' ridicolo quindi chi come Varone afferma il contrario. Quando iniziai a interessarmi di moneta e signoraggio c'era un tale Rossi che affermava le stesse cose, e ciò facendo negava il signoraggio...
PS
Chi si ricorda di quel Rossi e come chiamava le "restituzioni" allo Stato?
Nforcheri
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.