Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

sabato 15 novembre 2014

MANIPOLAZIONE: SBARRE TROPPO LARGHE PER I BANCHIERI

Fonte: https://www.facebook.com/pages/LE-BANCHE-PAGHINO-LA-MANOVRA-FINANZIARIA/206580669397502?fref=photo

Ieri alcuni colossi bancari del calibro di UBS, HSBC, Citigroup e JP Morgan hanno patteggiato con le autorità inglesi e americane una multa da €4,3 miliardi per MANIPOLAZIONE DEI CAMBI. Scambiandosi informazioni sulle rispettive posizioni in valute, i trader di queste banche hanno prodotto utili per le banche in danno ai clienti delle stesse. Ma questo è un vizio antico…

A dicembre 2012 le autorità europee imposero una sanzione di €
1,7 miliardi per colossi bancari quali Deutsche Bank, HSBC e JP Morgan per MANIPOLAZIONE DEI TASSI INTERBANCARI. Ufficializzando fittiziamente tassi interbancari più bassi della realtà, nel periodo 2008-2010 evitarono di pagare alle aziende ed alle famiglie (anche italiane) premi su contratti di assicurazione contro l’incremento dei tassi.

Lo scorso Ottobre 2014 Standard&Poor’s e Fitch, notoriamente riconducibili a proprietà bancarie, sono state rinviate a giudizio per MANIPOLAZIONE DI MERCATO, operata sui tagli del rating al debito pubblico italiano del periodo 2011-2013.

Sono solo alcune delle tante e ripetute MANIPOLAZIONI operate dai pilastri bancari che hanno causato danni per decine e centinaia di miliardi di Euro a ciascuno Stato, hanno condotto sul lastrico migliaia di aziende, hanno distrutto famiglie, hanno indotto al suicidio gli imprenditori.

Ma questi reati sono quasi sempre puniti con una ammenda, cioè FACENDO PAGARE ALLE BANCHE UNA MULTA CON LA STESSA MONETA CHE CREANO DAL NULLA. E’ come se la punizione per un alcolista fosse quella di ingozzarsi di vino!

Eppure in Italia un imprenditore condannato per bancarotta fraudolenta si prende da 1 a 10 anni di pena, mentre per falso in bilancio da 1 a 5 anni, che normalmente sconta in CARCERE, e magari il poveraccio è fallito per mano di una banca o era solo indirettamente responsabile del falso.

Molti corrono in Procura per denunciare una diffamazione, il furto d’auto, una violenza verbale…ma pochi si sono accorti che il grande furto e la grande violenza è quella delle banche, che costa €100 miliardi all'anno di imposte e tasse per far fronte agli interessi su un DEBITO PUBBLICO FITTIZIO che è in larga parte in mano alle banche oltre al prelievo fiscale per i decreti di sostegno al settore bancario.

Teniamolo a mente: fino a quando ciascuno penserà che la cosa non lo riguarda, i banchieri continueranno impuniti a sottrarre ricchezza a ciascuno di noi, ogni giorno, e NON ANDRANNO MAI IN GALERA!

Io confido che un numero sempre crescente di uomini consapevoli e liberi denuncino alla Magistratura gli illeciti perpetrati dalle banche, come reati contro le PERSONE oltre che contro il PATRIMONIO e contro la COSTITUZIONE ITALIANA.

Ieri un bellissimo post recitava "quando la Paura bussò alla porta, il Coraggio corse ad aprire....non c'era nessuno!".

Alberto Micalizzi
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.