Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

lunedì 12 gennaio 2015

Pillola post attentato

Come ho scritto 4 giorni fa (cfr. http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.it/2015/01/riflessioni-post-11-settembre-francese.html), questo attentato fa parte  di una strategia della tensione che potrebbe rientrare nella guerra valutaria e per il signoraggio internazionale in atto per riportare nel recinto della Fed/dollaro e NATO la Francia, la Germania e in genere l'euro e Europa.
Perché la Francia? Perché avendo la supremazia nucleare è quella che potenzialmente potrebbe condurre il gregge fuori dal recinto, cedendo alla tentazione di aderire allo spazio economico russo/cinese offerto generosamente da Putin qualche giorno prima dell'attentato, infrangendo l'embargo alla Russia.
Perché Charlie Hebdo? Perché nell'ambito dello scontro tra culture ideato dal PNAC e fomentato dalle guerre "umanitarie" in Medio Oriente, sicuramente la mossa di esasperare la sensibilità musulmana non ha fatto che creare terreno fertile e offrire copertura religiosa all'attentato.
Perché Maris? Lo abbiamo detto a iosa. Parlava in radio e in TV di come fare la lotta ai rentier del debito pubblico (1) - fondamentalmente i proprietari di fondi e banche dealer - per strappargli il malloppo e redistribuirlo alla società. Lo aveva detto con i toni sferzanti e brillanti che lo caratterizzavano, non esitando a caricaturarli nella sua satira dei difetti umani dei banchieri. I rentier non hanno il senso dell'umorismo. I rentier vivono nella paura costante che vengano scoperti. I rentier temono i movimenti di popolo basati sulle vere conoscenze, di cui lui poteva diventare l'icona. I rentier non perdonano. Non era certo un caso che lui sia stato ucciso assieme ai vignettisti.
I rentier chi sono? Sono cattolici ma anche protestanti, sono laici e massoni ma anche musulmani. Non hanno nessuna delle nostre religioni. Sono gli sceicchi del petrodollaro. Sono gli azionisti occulti di BNP Paribas, Microsoft e Cisco. Sono gli ebrei dei fondi di investimento. Sono le famiglie nobiliari della Santander (che subito dopo l'attentato ha ritirato l'offerta su MPS). Sono gli esoteristi illuminati della DB o della Thyssen. Sono soprattutto affiliati alle più svariate logge che fanno capo a pochi occulti. Con quella gente non si scherza, tutt'al più qualche gioco di parola, di cui vanno pazzi. Psicopatici. Poveri. Poveri di quel bene infinito che è l'amore e che è la luce alla sorgente che non si esaurisce mai. Loro non la vedono. Loro sono nel buio fondamentale dove i demoni ti mangiano, e per salvarti devi scendere a patti con loro. Dove il demonio ti da il potere in questa vita e te lo promette pure per l'al di là, ingannandoti. Dove l'abbondanza cede il posto alla scarsità e all'assenza fondamentale di Dio. Perché è proprio sulla scarsità degli altri, che loro, i rentier, fondano i loro guadagni.
In questa cornice l'Europa, tra il martello (dollaro) e l'incudine (Russia), avrà la forza di svincolarsi? O quando si sveglierà si ritroverà occupata da una NATO aliena e ostile e nel mezzo di una guerra?

NForcheri
12/1/2012

(1) Da http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.it/2015/01/maris-le-banche-le-chiudo-i-banchieri.html: "In breve: paghiamo con l'austerity l'obbligo di rimborsare i rentiers che, consigliati dalle banche, ci hanno gettato nella merda. Nel 36 l'establishment bancario francese si agganciava alla convertibilità del franco all'oro per salvare la rendita. Auriol ha detto NIET. Seguito da De Gaulle nel 1945, che ha nazionalizzato tutto. La privatizzazione è iniziata nel 1986 inaugurando la più straordinaria crisi finanziaria mai conosciuta dalla Francia a partire dal periodo degli Assegnati. Bisogna rinazionalizzare le banche!"
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.