Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

venerdì 16 gennaio 2015

Tesoro a BdI

Il servizio di tesoreria dello Stato è stato affidato alla Banca d'Italia in data  5 dicembre 1997 (la tesoreria provinciale era già passata a BdI nel 1992): quindi il nostro tesoro è gestito dal  manipolo di banche private che controllano BdI su cui primeggiano, per prepotenza e gerarchia, le banche dealer (BNL/BNP, Intesa/Crédit Agricole, Unicredit/Allianz, MPS/AXA-Morgan... ) grazie al fatto di accumulare la caratteristica di comproprietarie di BdI E di banche dealer (1) nel mercato primario dei titoli del debito...(rif. pag. 205 della nota 2). Quindi il tesoro dello Stato, la gestione dei conti pubblici, e del nostro debito, è gestito attraverso la facciata della Banca d'Italia da quelle stesse banche che dal nostro debito pubblico traggono vantaggi immensi, traffici, speculazioni, scommesse in senso fallimentare per noi... Poi ci stupiamo ancora che siamo sull'orlo di un default? Voi dareste il vostro portafoglio in gestione a un cartello di ladri e di falsari? Ebbene, è esattamente ciò che sta succedendo...
NForcheri 16/1/2014

1) (http://www.dt.tesoro.it/export/sites/sitodt/modules/documenti_it/debito_pubblico/elenco_specialisti/Elenco_Specialisti_in_titoli_di_Strato_-_Dal_8_aprile_2013.pdf)

2)
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.