Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

mercoledì 9 settembre 2015

Siria come Serbia


Cari amici 
Sono qua oggi davanti a voi, fiera cittadina siriana, per descrivervi la situazione del mio paese, che è anche importante per la Serbia.

Siamo sempre stati un popolo amato e rispettato. Prima della guerra la nostra preoccupazione maggiore era la Palestina. Volevamo risolvere i nostri piccoli problemi  rispetto a quelli di oggi, come la corruzione e la burocrazia; non conoscevamo ingiustizia, terrorismo o criminalità. Abbiamo lavorato molto negli ultimi dieci anni e abbiamo fatto grossi progressi. E la cosa più importante è che prima di questa guerra non avevamo profughi siriani.

Avevamo una forte identità nazionale. Quelli che vedete nelle strade di Belgrado diretti verso la Germania o l'Olanda non sono veri siriani. Non fraintendetemi, amo il mio popolo, ma quello che lotta per la Siria, per la nostra patria. 

Si, questi profughi soffrono, ma chi non ha sofferto durante questa guerra? Perché gli altri siriani rimangono e resistono? Se fossero veri profughi sceglierebbero il primo luogo sicuro da raggiungere e non di andare a lottare con la polizia ungherese per raggiungere la Germania. 

Io vi chiedo: se l'occidente non vuole i profughi o non vuole che anneghino in mare, perché non sospende le sanzioni contro il popolo siriano? Un embargo che è già costato alla Siria 143 miliardi di dollari?

Se non è nel programma occidentale [questa immigrazione di massa], perché allora non aiuta i siriani a rimanere a casa aiutando l'esercito siriano a sbarazzarsi dei terroristi e a mettere in sicurezza la Siria? Perché l'occidente non ci aiuta a ricostruire le nostre case distrutte con i soldi che spende per i profughi? Hanno portato via le persone che avrebbero potuto ricostruire il paese. Vogliono spezzare la Siria e il suo popolo. Da una parte, vogliono rubare i dottori siriani e i loro migliori studenti provocando una fuga di cervelli. Dall'altra, le multinazionali vogliono forza lavoro a buon mercato in modo da potere abbassare i salari. 

Ad oggi abbiamo perso 100000 soldati nella lotta contro gli estremisti, ma non vedo l'occidente impietosirsi per loro, per chi ha  dato l'anima per difendere una nazione abbandonando famiglie fiere che hanno bisogno di essere aiutate, invece piange per chi sta cercando di scappare abbandonando il paese, molti dei quali sono jihadisti, per di più pagati migliaia di euro.

Lasciatemi dire che i soldi che una famiglia di cinque persone paga per raggiungere l'Europa è sufficiente per comprare una casa in un'area sicura della Siria, ricominciare una nuova attività e vivere bene. Non sono profughi, sono immigranti motivati economicamente. Dopo 5 anni di guerra la nostra forza navale sta ancora adempiendo ai compiti internazionali. Le nostre coste sono ben difese e non una sola barca con immigranti abbandona le coste. Un'altra tendenza in questi giorni è di far scappare i cristiani dalla Siria, svuotando una delle prime terre cristiane di cristiani...In Siria quello che succede è simile a ciò che è successo in Serbia. Stanno prendendo di mira la nostra identità, la nostra unità e la nostra sovranità.

Voglio sottolineare che la nazione siriana e quella serba sono sempre state amiche, abbiamo una grande e rispettata comunità ortodossa, la Siria non ha riconosciuto l'indipendenza del Kossovo e abbiamo molti nemici comuni. Dovreste sapere che lottando contro i politici che promuovono il nuovo ordine mondiale, gli interessi USA e l'immigrazione di massa, si salvano molte vite e il loro futuro. Siamo più che connessi, gli stessi terroristi albanesi che combattevano in Kossovo oggi uccidono civili in Siria e ciò è permesso dagli stessi politici corrotti negli USA, i loro alleati europei e i loro seguaci in Serbia, e sappiate che questa ondata di migrazione tornerà in Serbia. 

Cari amici, vi chiedo oggi di alzarvi assieme a noi per difendersi mentre ci difende. Di stare dalla parte del nostro esercito per la nostra causa giusta perché se perdiamo la guerra i jihadisti non si fermeranno in Siria. Insieme resisteremo fino alla vittoria.

___________________________________

Dear friends I am here today infront of you as a proud syrian citizen, to tell you about situation in my contury, that is also important to Serbia. We used to be loved and respected people. Before this war our biggest issue was Palestine . We wanted to solve our small problems compared to what we have today ( Bureaucracy and Corruption in some sectors. ) we didn't know injustice, terrorism or criminality. We worked hard the last 10 years before this war and we made big steps. The most important thing that before this war we didn't have syrian refugees.

We had strong national identity. Those who you see out in the streets of belgrade on their way to germany or holand , they are not the real syrian. Don't miss understand me , i love my people , but my people those who are fighting for Syria for our homelands.

Yes those refugees suffered but who didn't suffer through this war? Why the rest of the syrian are staying and resisting? If they are really refugees they would choose for the first safe place that they can reach and not fight with the Hungarian police cause they want to reach germany. Let me ask you if the west doesn't want those refugees or doesn't want them to die in the sea, why it doesn't stop the sanctions on syrian people? That already costed syria 143 billion dollars?

If it is not the west agenda why it doesn't help those syrian to stay by supporting the syrian army to get rid of the terrorist and make syria safe again? Why they don't help to rebuild the destroyed houses of the people with the money that they spend on refugee? They took away the people who can rebuild this country. They want to break syria and the syrian people. They want to steal Syrian doctors and their best students on one hand. This will cause a braindrain. On the other hand multinationals want cheap labours so they can lower the wages.

We lost 100.000 soldiers fighting against extremists till now, I don't hear the west crying on them , those who gave their souls to defend a nation leaving behind them proud families deserve to be helped, on the other side they cry on person died trying to run away and leave there country, many of them are jihadists, and even more they are paid thousands of euros for this.

Let me tell you that the money a family of 5 persons will pay to reach Europe is enough to buy a house in a safe area of Sirya, start a new job and live good. They are not refugees they are economicaly motivated immigrants. After 5 years of war our navy still for-filling its international duties. Our coast is well guarded and not a single boat with immigrants leaves from there. Another trend those days is to take christians out of Syria . Emptying one of the first Christian lands from Christians...What we have today in Syria is similar to what you had in Serbia before. They target our identity our unity and our sovereignty.

I want to underline that the Syrian nation and Serbian nation were always friends, we have big and respected orthodox community, Syria didin`t recognize independence of Kosovo and we have many mutual enemies. You should know that as you fight against politicians who promote new world order, USA interests and mass imigration, at the same time you are saving many peoples lives and there future. We are more then connected, same Albanian terrorists that were fighting in Kosovo, are today killing civilians in Syria, and this is allowed by same corrupted politicians in the USA, there alies in EU, and there falowers here in Serbia, and be aware that wave of migration will return to Serbia.

Dear friends all i ask you today is to stand by us as a people defending you in the same time as we defend our selves. Stand by our army by our right cause, because if we lost this war jihadists won't stop in Syria. Together we will ressist until victory.

6 Settembre 2015

Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.