Cosenostreacasanostra


Bernard Maris: "L'economia è resa appositamente incomprensibile, è il canto gregoriano della sottomissione degli uomini"
Denis Robert: "La raison pour laquelle je n'ai jamais fait un bon journaliste, c'est que je passe trop de temps à rêver à une vie meilleure". (La ragione per cui non sono mai stato un bravo giornalista è che passo troppo tempo a sognare una vita migliore)

sabato 10 ottobre 2015

Equazione UE-regime forzoso

Oramai l'equazione è chiara: chi preconizza l'eurozona è completamente d'accordo con la svalutazione salariale e umana che l'euro comporta, non potendo più la moneta essere svalutata a iosa.

Chi preconizza la svalutazione salariale è completamente pro immigrazione poiché aumentando le unità di forza lavoro tale svalutazione salariale per la massa non risulterà che agevolata, quasi naturale.

Guarda caso chi è completamente pro euro, significa che si beve il regime forzoso, accettare il regime forzoso significa in ultima istanza accettare la forza insita in esso per imporre tale regime fatto coincidere con la democrazia.

Chi accetta il regime forzoso della democrazia non accetta quindi i regimi popolari, poiché tutto ciò che è popolare è populista quindi contrario alle decisioni poco popolari degli addetti al regime forzoso ergo i proprietari di grandi fondi, banche dealer e multinazionali.

Chi accetta la forza del regime forzoso si berrà come una medicina amara la palla del terrorismo moderato in Siria contro il cattivo Assad percepito come un ostacolo al regime forzoso di una facciata di democrazia che esige, con la forza, il rimborso del debito, che la Siria non ha.

Quindi l'equazione è chiara: pro euro, pro austerity, pro svalutazione salariale, pro immigrazione di massa, pro terrorismo cosiddetto moderato, anti regime popolare Assad.

Nforcheri
10/10/2015

Rif.
http://www.independent.co.uk/news/uk/politics/stuart-rose-businessman-who-backed-immigration-for-cutting-wages-to-lead-campaign-to-keep-britain-in-a6688561.html

PRO FORZOSO, PRO FORZA, PRO GUERRA

Nforcheri
Posta un commento

Disclaimer

AVVISO - Ai sensi dell'art. 1, comma 1 del decreto-legge 22 marzo 2004, n. 72, come modificato dalla legge di conversione 21 maggio 2004 n. 128, le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi.

I testi pubblicati dal sito mercatoliberotestimonianze.blogspot.com possono essere liberamente distribuiti alle seguenti condizioni:
1) i testi e i titoli devono rimanere nel loro formato originale;
2) la distribuzione non deve essere finalizzata al lucro;
3) deve essere citata la fonte e l'autore e l'indirizzo web da cui sono stati tratti.